ABBIGLIAMENTO SNOWBOARD  >  GIACCA SNOWBOARD

BURTON TWIST BOMBER SUPERPINK SORCERER

Prezzo: 119.99 €   Saldi 50%

59.99 €

Taglia CM EUR Disponibilità
3T immediata

Spedizione gratis in 24/48 ore!

Il prodotto è disponibile ora

BURTON TWIST BOMBER

Hey rider, qui trovi in sintesi tutto quello che devi sapere sulla GIACCA BURTON TWIST BOMBER.
Una giacca tutta nuova per il pargolino che poi pargolin non è visto che gira più grosso di te gne gne gne. Si chiama Twist ed è sostanzialmente una giacca da grande in formato ridotto. Doppio strato di DRYRIDE durashell con cuciture nastrate per tenere la creatura al riparo dalla neve cattiva (10k di impermeabilità). Imbottitura tripla densità 120g - 80g - 60 g così non patirà freddo ma proprio no e grazie ai 5000g di traspirabilità non suderà come un facocero nella savana. Ha l'ormai sempiterno sistema room to grow di burton che lo segue nella crescita. Ha anche un sacco di tasche, zip, cose, scaldamani e chi più ne ha più ne metta.

GIACCA TWIST BOMBER BURTON

La TWIST BOMBER e' una GIACCA da BAMBINO di BURTON che spacca. Il livello di impermeabilita' e' di 10k (10000) mm di colonne d'acqua. Un capo e' definibile impermeabile se regge a 1k. Qui siamo 10 volte sopra lo standard legislativo.

Il suo prezzo di listino e' di 119,99 euro ma solo su Fresh Farm lo trovi con il maggior sconto online e hai la garanzia del miglior prezzo.

Se questa giacca ti e' piaciuta dai un'occhiata a tutte le giacche simili alla BURTON TWIST BOMBER oppure fatti un giro nella categoria pantaloni.

Scegli la tua attrezzatura e vieni a provarla con la Farmily ad uno degli snowcamp di Fresh Farm!!!

Chiunque superati i 10 anni di eta’ e’ in grado di comprarsi una giacca o un paio di braghe.

E allora perché fare un articolo del genere?

Perché se il boss ci vede cazzeggiare per il negozio sbrocca (e comincia a lanciare oggetti) quindi mi sono messo al riparo nel retro fingendo di scrivere la rubrica del secolo e gli ho pure fatto fuori un pacchetto di cracker.

Ho fatto un giro su Gnarcolate,ho guardato due fighe sul suo fb e mi sono fatto un paio di partite a burraco.

Volevo fare un giro pure su chatroulette ma sono stato bloccato da quel briciolo di dignità che ancora possiedo.

 Dai facciamo che due vaccate le scrivo davvero.

In genere nelle nostre descrizioni trovate indicazioni sull’impermeabilità e la traspirabilità dei capi espressa in mm e colonne d’acqua…eh?

Prendi un pezzo di tessuto, mettici sopra un cilindro in vetro alto più o meno tanto così che abbia il diametro interno di un pollice (2.54cm) e riempi questo cilindro con dell’acqua. Fatti un giro, torna dopo 24 ore e controlla se l’acqua è passata attraverso al tessuto. 

L’impermeabilità di un tessuto si misura quindi con la massima altezza d’acqua (in millimetri) versabile nel cilindro senza che la stessa acqua sia passata oltre al tessuto, dopo le fatidiche 24 ore. Se la colonna d'acqua è alta almeno 1300mm il capo è definibile "imper

 

 

 

Questa misurazione (che è universalmente riconosciuta,non l’abbiamo inventata noi da ubriachi) deve rispondere ai criteri stabiliti dalla norma ISO 811 :

"A specimen is subjected to a steadily increasing pressure of water on one face, under standard conditions, until penetration occurs in three places. The water pressure may be applied from below or from above the test specimen. The hydrostatic head supported by a fabric is a measure of the resistance to the passage of water through the fabric."

 

http://www.housegate.net/woodvival/tecniche/colonna/wasser_i.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 


Quindi?

 

Ora i più svelti si domanderanno: ma quand’è che mi pianto sulla giacca un metro e trenta di colonna d’acqua? Se non te lo sei domandato nessun problema, puoi leggere la risposta senza pagare sovrapprezzi.

Ovviamente tutta questa allegoria della colonna d’acqua serve a simulare la pressione esercitata. Pensate che una donna di 60kg che cade in ginocchio sulla neve esercita sul tessuto dei pantaloni la stessa pressione di una colonna d’acqua di 13000 (tredicimila) millimetri di colonna d’acqua. Il vostro culone sulla seggiovia, se avete della neve sotto le chiappe, fa subire ai vostri pantaloni una pressione di circa 5000 millimetri di colonna d’acqua.

 

Ora capite perchè è importante avere valori di impermeabilità ben oltre a quelli di legge?

Ma sapete già che con la salopette da pesca 100% silicone del nonno di sicuro non vi bagnerete ma finirete col sudare (e col puzzare) come una vacca tibetana dopo appena mezz’ora di snow. Deduzione incredibile, avete bisogno di vestiti traspiranti.

 

Partiamo quindi dicendo che la traspirabilità è la quantità di sudore disperso sotto forma di umidità in 24h, attraverso un lembo di tessuto di 1mq.

Ovvero quanto il tessuto è in grado di lasciar passare il vostro sudore, evitando l’instaurarsi di un clima subtropicale tra la giacca ed il vostro underwear. 

 

Ovviamente se il vostro hobby è guardare la squadra del paese sotto la pioggia potete anche indossare un sacco del pattume, completamente impermeabile ma assolutamente non traspirante. Tanto non vi muovete e tendenzialmente non sudate. 

 

All’aumentare del movimento aumenta il sudore prodotto, da qui la necessità di un tessuto dall’alta traspirabilità fino ad arrivare ad attività estreme come l’alpinismo, dove questo valore deve essere ai suoi massimi. 

Meno sudore significa nessuna sensazione di umidità a pelle, nessun problema nel caso di esposizione a vento e freddo, miglior termoregolazione, e magari ti trovi pure la fidanzata eh. 

Valori intorno ai 18.000 g/mq/24h sono già ottimi, mentre un’altra scala chiamata RET utilizza una suddivisione più semplice da leggere schematizzata in questo modo:

  • RET da 0 a 6: tessuto estremamente traspirante

  • RET da 6 a 13: buono o molto traspirante 

  • RET da 13 a 20: soddisfacente o traspirante 

  • RET da 20 a 30: insoddisfacente o appena traspirante.

 

Altro punto che in genere manda in crisi la gente è la compatibilità dell’interfaccia giacca-pantalone.

Ovviamente risultano perfettamente collegabili solo  capi della stesso marchio visto che i sistemi utilizzati dalle case sono i più fantasiosi e disparati (clip,bottoni o zip).

Un paio di esempi giusto per farvi un’idea.

FOURSQUARE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BURTON

 

 

 

 

 

 

 

 

VOLCOM

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A meno che all’anagrafe non facciate Travis Rice vi sconsigliamo di badare troppo a queste menate perché spesso risultano scomode e poco pratiche (effetto Robocop) per chi non passa ore in mezzo a metri di fresca.

E poi se al quinto bombardino caldo vi capita di dover correre al cesso con tutti sti ciappini da scollegare rischiate di arrivare lunghi…

Noi siamo old school (vecchi) e non amiamo le robe strane ma se proprio volete tenere le chiappe al caldo meglio optare per una bella salopette, che tiene le natiche asciutte senza interferire coi movimenti e con le corse al bagno.

 

 

 

 

 

Burton Snowboard è materia d'esame per chi ama la neve.
Studiati a memoria le tavole snowboard Burton 2015-16, le innovazioni sugli attacchi,  come si allacciano i nuovi scarponi
 
 
 
 
 
 
Chi ca**o è Jake Burton Carpenter? Uno che porta il nome di due registi strafighi non avrebbe potuto fare altro che roba strafiga.
 
 
*Musica da superquark e via che si comincia. Giacomo Burton nasce per immacolata concezione nel 1954 a New York City e bla bla bla un sacco di cose poco interessanti tipo università e robe del genere (se non fosse che già allora gli piaceva la neve ma non quella di pablo eh la neve quella in montagna) fino a quando booom laurea in economia e decide di costruire snowboard. Si inflippa con gli snurfer (che per chi non lo sapesse sono gli uomini di neanderthal della tavola come la conosciamo noi ora) e bam partecipa ad una competizione organizzata dall'inventore di sti Snurfer, tale Sherman Poppen, e presenta una tavola con gli attacchi per assicurare gli scarponi. Altro boom e nasce così la Burton Snowboard. Un'azienda che viene definita la nike degli snowboard giusto perchè è piccola piccolina e sponsorizza gente scarsina tipo quel ricciolo rosso, dai quello famoso, quello che gira grosso, Sciaun Bianco credo si chiami ma che continua a non essere quotata in borsa e a fare parte delle sue tavole a mano.
 
Una cosa tira l'altra e Giacomino ogni tanto tira fuori delle mine atomiche tipo l'ormai conosciutissimo sistema THE CHANNEL che piace quasi come le tette di Gianna Michaels o il sistema di aggancio attacchi
 
 
 
Poi altri booom lanciati come se piovesse e arriviamo allo SQUEEZEBOX disponibile in 3 varianti High-Normal-Low che ti aiuta con un pop personalizzato come Xvideos ti aiuta quando sei solo.
 
Il livello HIGH, poppante come mio figlio (battutona) ((non ho un figlio)) lo troviamo sulla Custom XAntlerFeelgood
 
.
 
Il livello NORMAL per una sorfata fiqua in qualsiasi situazione lo hanno buttato sopra MILLANTAMILA TAVOLE quindi respirone e: Flight Attendant , Spliff Day Trader, Anti-Social,Custom, Custom Flying V, BarracudaTrick Pony,Process, Process Flying VNug, Nug Flying V,Easy Livin,Custom TwinCustom Twin Flying V, Process Off Axis,Déjà Vu Flying V, Lip-StickNugget
 
.
 
Il livello LOW per un maggior controllo senza spaccarti le gambe: Pile Driver, BluntClashRipcordName Dropper, DescendantSocial,FeatherGenie
 
.
 
Si lo so vi siete rotti di ste robe da squola dell'obbligo (mi raccomando squola con la Q) però dai stringete i denti altri 2 capitoli e ci siamo: FILET-O-FLEX = Praticamente prendono una tavola e la assottigliano con il macchinino dei kebab e la rendono supersottile per massimizzare la reattività, la stabilità, la presa sulla neve, il pop, la gnanga conquistata e le grappe bevute in baita. Lo trovate sulla Pile driver, Name dropper,Socialite e 
 
.
 
Dulcis in fundo OFF AXIS: una costruzione che segue la posiziona naturale del corpo per aumentare il feel della tavola. Disponibile su: Custom Twin Flying V, Custom Twin, Process Off -Axis, Talent Scout
 
.
 
Dai dovrei aver detto tutto, gli scarponi con il GRIPLITE (che aumenta la trasmissione tra scarpone e attacco) e il nuovo tipo di ammortizzazione lo vediamo la prossima volta. Magari dateci un occhio 
 
 che domani potrei interrogare.
 
Come premio beccatevi la MYSTERY, fatta di un materiale che non si trova sulla terra.
 
 
 

 

leggi il post sul blog

BURTON TWIST BOMBER

Hey rider, qui trovi in sintesi tutto quello che devi sapere sulla GIACCA BURTON TWIST BOMBER.
Una giacca tutta nuova per il pargolino che poi pargolin non è visto che gira più grosso di te gne gne gne. Si chiama Twist ed è sostanzialmente una giacca da grande in formato ridotto. Doppio strato di DRYRIDE durashell con cuciture nastrate per tenere la creatura al riparo dalla neve cattiva (10k di impermeabilità). Imbottitura tripla densità 120g - 80g - 60 g così non patirà freddo ma proprio no e grazie ai 5000g di traspirabilità non suderà come un facocero nella savana. Ha l'ormai sempiterno sistema room to grow di burton che lo segue nella crescita. Ha anche un sacco di tasche, zip, cose, scaldamani e chi più ne ha più ne metta.

GIACCA TWIST BOMBER BURTON

La TWIST BOMBER e' una GIACCA da BAMBINO di BURTON che spacca. Il livello di impermeabilita' e' di 10k (10000) mm di colonne d'acqua. Un capo e' definibile impermeabile se regge a 1k. Qui siamo 10 volte sopra lo standard legislativo.

Il suo prezzo di listino e' di 119,99 euro ma solo su Fresh Farm lo trovi con il maggior sconto online e hai la garanzia del miglior prezzo.

Se questa giacca ti e' piaciuta dai un'occhiata a tutte le giacche simili alla BURTON TWIST BOMBER oppure fatti un giro nella categoria pantaloni.

Scegli la tua attrezzatura e vieni a provarla con la Farmily ad uno degli snowcamp di Fresh Farm!!!

Chiunque superati i 10 anni di eta’ e’ in grado di comprarsi una giacca o un paio di braghe.

E allora perché fare un articolo del genere?

Perché se il boss ci vede cazzeggiare per il negozio sbrocca (e comincia a lanciare oggetti) quindi mi sono messo al riparo nel retro fingendo di scrivere la rubrica del secolo e gli ho pure fatto fuori un pacchetto di cracker.

Ho fatto un giro su Gnarcolate,ho guardato due fighe sul suo fb e mi sono fatto un paio di partite a burraco.

Volevo fare un giro pure su chatroulette ma sono stato bloccato da quel briciolo di dignità che ancora possiedo.

 Dai facciamo che due vaccate le scrivo davvero.

In genere nelle nostre descrizioni trovate indicazioni sull’impermeabilità e la traspirabilità dei capi espressa in mm e colonne d’acqua…eh?

Prendi un pezzo di tessuto, mettici sopra un cilindro in vetro alto più o meno tanto così che abbia il diametro interno di un pollice (2.54cm) e riempi questo cilindro con dell’acqua. Fatti un giro, torna dopo 24 ore e controlla se l’acqua è passata attraverso al tessuto. 

L’impermeabilità di un tessuto si misura quindi con la massima altezza d’acqua (in millimetri) versabile nel cilindro senza che la stessa acqua sia passata oltre al tessuto, dopo le fatidiche 24 ore. Se la colonna d'acqua è alta almeno 1300mm il capo è definibile "imper

 

 

 

Questa misurazione (che è universalmente riconosciuta,non l’abbiamo inventata noi da ubriachi) deve rispondere ai criteri stabiliti dalla norma ISO 811 :

"A specimen is subjected to a steadily increasing pressure of water on one face, under standard conditions, until penetration occurs in three places. The water pressure may be applied from below or from above the test specimen. The hydrostatic head supported by a fabric is a measure of the resistance to the passage of water through the fabric."

 

http://www.housegate.net/woodvival/tecniche/colonna/wasser_i.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 


Quindi?

 

Ora i più svelti si domanderanno: ma quand’è che mi pianto sulla giacca un metro e trenta di colonna d’acqua? Se non te lo sei domandato nessun problema, puoi leggere la risposta senza pagare sovrapprezzi.

Ovviamente tutta questa allegoria della colonna d’acqua serve a simulare la pressione esercitata. Pensate che una donna di 60kg che cade in ginocchio sulla neve esercita sul tessuto dei pantaloni la stessa pressione di una colonna d’acqua di 13000 (tredicimila) millimetri di colonna d’acqua. Il vostro culone sulla seggiovia, se avete della neve sotto le chiappe, fa subire ai vostri pantaloni una pressione di circa 5000 millimetri di colonna d’acqua.

 

Ora capite perchè è importante avere valori di impermeabilità ben oltre a quelli di legge?

Ma sapete già che con la salopette da pesca 100% silicone del nonno di sicuro non vi bagnerete ma finirete col sudare (e col puzzare) come una vacca tibetana dopo appena mezz’ora di snow. Deduzione incredibile, avete bisogno di vestiti traspiranti.

 

Partiamo quindi dicendo che la traspirabilità è la quantità di sudore disperso sotto forma di umidità in 24h, attraverso un lembo di tessuto di 1mq.

Ovvero quanto il tessuto è in grado di lasciar passare il vostro sudore, evitando l’instaurarsi di un clima subtropicale tra la giacca ed il vostro underwear. 

 

Ovviamente se il vostro hobby è guardare la squadra del paese sotto la pioggia potete anche indossare un sacco del pattume, completamente impermeabile ma assolutamente non traspirante. Tanto non vi muovete e tendenzialmente non sudate. 

 

All’aumentare del movimento aumenta il sudore prodotto, da qui la necessità di un tessuto dall’alta traspirabilità fino ad arrivare ad attività estreme come l’alpinismo, dove questo valore deve essere ai suoi massimi. 

Meno sudore significa nessuna sensazione di umidità a pelle, nessun problema nel caso di esposizione a vento e freddo, miglior termoregolazione, e magari ti trovi pure la fidanzata eh. 

Valori intorno ai 18.000 g/mq/24h sono già ottimi, mentre un’altra scala chiamata RET utilizza una suddivisione più semplice da leggere schematizzata in questo modo:

  • RET da 0 a 6: tessuto estremamente traspirante

  • RET da 6 a 13: buono o molto traspirante 

  • RET da 13 a 20: soddisfacente o traspirante 

  • RET da 20 a 30: insoddisfacente o appena traspirante.

 

Altro punto che in genere manda in crisi la gente è la compatibilità dell’interfaccia giacca-pantalone.

Ovviamente risultano perfettamente collegabili solo  capi della stesso marchio visto che i sistemi utilizzati dalle case sono i più fantasiosi e disparati (clip,bottoni o zip).

Un paio di esempi giusto per farvi un’idea.

FOURSQUARE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BURTON

 

 

 

 

 

 

 

 

VOLCOM

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A meno che all’anagrafe non facciate Travis Rice vi sconsigliamo di badare troppo a queste menate perché spesso risultano scomode e poco pratiche (effetto Robocop) per chi non passa ore in mezzo a metri di fresca.

E poi se al quinto bombardino caldo vi capita di dover correre al cesso con tutti sti ciappini da scollegare rischiate di arrivare lunghi…

Noi siamo old school (vecchi) e non amiamo le robe strane ma se proprio volete tenere le chiappe al caldo meglio optare per una bella salopette, che tiene le natiche asciutte senza interferire coi movimenti e con le corse al bagno.

 

 

 

 

 

Burton Snowboard è materia d'esame per chi ama la neve.
Studiati a memoria le tavole snowboard Burton 2015-16, le innovazioni sugli attacchi,  come si allacciano i nuovi scarponi
 
 
 
 
 
 
Chi ca**o è Jake Burton Carpenter? Uno che porta il nome di due registi strafighi non avrebbe potuto fare altro che roba strafiga.
 
 
*Musica da superquark e via che si comincia. Giacomo Burton nasce per immacolata concezione nel 1954 a New York City e bla bla bla un sacco di cose poco interessanti tipo università e robe del genere (se non fosse che già allora gli piaceva la neve ma non quella di pablo eh la neve quella in montagna) fino a quando booom laurea in economia e decide di costruire snowboard. Si inflippa con gli snurfer (che per chi non lo sapesse sono gli uomini di neanderthal della tavola come la conosciamo noi ora) e bam partecipa ad una competizione organizzata dall'inventore di sti Snurfer, tale Sherman Poppen, e presenta una tavola con gli attacchi per assicurare gli scarponi. Altro boom e nasce così la Burton Snowboard. Un'azienda che viene definita la nike degli snowboard giusto perchè è piccola piccolina e sponsorizza gente scarsina tipo quel ricciolo rosso, dai quello famoso, quello che gira grosso, Sciaun Bianco credo si chiami ma che continua a non essere quotata in borsa e a fare parte delle sue tavole a mano.
 
Una cosa tira l'altra e Giacomino ogni tanto tira fuori delle mine atomiche tipo l'ormai conosciutissimo sistema THE CHANNEL che piace quasi come le tette di Gianna Michaels o il sistema di aggancio attacchi
 
 
 
Poi altri booom lanciati come se piovesse e arriviamo allo SQUEEZEBOX disponibile in 3 varianti High-Normal-Low che ti aiuta con un pop personalizzato come Xvideos ti aiuta quando sei solo.
 
Il livello HIGH, poppante come mio figlio (battutona) ((non ho un figlio)) lo troviamo sulla Custom XAntlerFeelgood
 
.
 
Il livello NORMAL per una sorfata fiqua in qualsiasi situazione lo hanno buttato sopra MILLANTAMILA TAVOLE quindi respirone e: Flight Attendant , Spliff Day Trader, Anti-Social,Custom, Custom Flying V, BarracudaTrick Pony,Process, Process Flying VNug, Nug Flying V,Easy Livin,Custom TwinCustom Twin Flying V, Process Off Axis,Déjà Vu Flying V, Lip-StickNugget
 
.
 
Il livello LOW per un maggior controllo senza spaccarti le gambe: Pile Driver, BluntClashRipcordName Dropper, DescendantSocial,FeatherGenie
 
.
 
Si lo so vi siete rotti di ste robe da squola dell'obbligo (mi raccomando squola con la Q) però dai stringete i denti altri 2 capitoli e ci siamo: FILET-O-FLEX = Praticamente prendono una tavola e la assottigliano con il macchinino dei kebab e la rendono supersottile per massimizzare la reattività, la stabilità, la presa sulla neve, il pop, la gnanga conquistata e le grappe bevute in baita. Lo trovate sulla Pile driver, Name dropper,Socialite e 
 
.
 
Dulcis in fundo OFF AXIS: una costruzione che segue la posiziona naturale del corpo per aumentare il feel della tavola. Disponibile su: Custom Twin Flying V, Custom Twin, Process Off -Axis, Talent Scout
 
.
 
Dai dovrei aver detto tutto, gli scarponi con il GRIPLITE (che aumenta la trasmissione tra scarpone e attacco) e il nuovo tipo di ammortizzazione lo vediamo la prossima volta. Magari dateci un occhio 
 
 che domani potrei interrogare.
 
Come premio beccatevi la MYSTERY, fatta di un materiale che non si trova sulla terra.
 
 
 

 

leggi il post sul blog
  • bambino
    Prodotto per bambino
  • Vestibilita' regolare- una volta indossato questo capo, otterrai le sane proporzioni medie che vedi indossate dalla maggior parte dei riders. Preciso solamente che in genere, trattandosi di marchi d'oltre ocenao, sono comunque leggermente piu' larghi rispetto alle vestibilita' che hai in armadio. Leggeremente largo e' bello!
  • Imbottitura Hot- questo capo presenta un imbottitura di peso intermedio o medio leggero. E' perfetto per la maggior parte di temperature che troverai sulle nostre piste innevate. Si tratta della situazione piu' apprezzate poiche' rappresenta ''la giusta via di mezzo''. Nelle situazioni più rigide puoi infatti aggiungere strati sotto così da essrre sempre ben preparato.
  • 10K

Articoli consigliati

BURTON TWC NATIVE
€ 199,99   60%
€ 80,00  
ROXY BACKYARDS
€ 199,99   60%
€ 80,00  
BILLABONG IRIS PANT
€ 199,99   60%
€ 80,00  
BILLABONG IRIS PANT
€ 199,99   60%
€ 80,00  
BURTON GIRLS SWEETART PANT
€ 99,99   60%
€ 40,00  
Back to Top